Capsule Vitamina D

Sclerosi multipla -

3 MIN

Vitamina D e salute mentale nella sclerosi multipla

Negli ultimi anni la ricerca ha fatto luce sul ruolo della vitamina D nell’insorgenza o la progressione della sclerosi multipla, vediamo cosa dicono gli studi più recenti

Diversi studi hanno evidenziato una associazione tra vitamina D e Sclerosi Multipla (SM). In particolare, bassi livelli di questa vitamina sono legati all’aumento del rischio di malattia. Inoltre, sappiamo che le cellule immunitarie sono influenzate dalla vitamina D, e la sua carenza può predisporre alle malattie autoimmuni.1 Per questi motivi è nata la domanda se assumere vitamina D nella dieta mediante integratori alimentari potesse essere una strategia per migliorare i sintomi della malattia.1

Le ricerche che si sono spinte in questa direzione hanno però evidenziato che nonostante il legame tra rischio di malattia e carenza di vitamina D sia ampiamente dimostrato, l’assunzione della molecola non è sempre in grado di dare un beneficio comprovato sui sintomi e sulla frequenza delle ricadute.1,2 La vitamina D può però essere utile nel mantenere un metabolismo del calcio ottimale e quindi difendere le ossa dalle fratture.1

Ma la storia non finisce qui. Alcuni studi si sono concentrati sul ruolo della vitamina D non sulla salute fisica, ma sulla salute mentale delle persone affette da SM.2

Una recente analisi ha raccolto tutti gli studi di qualità sull’argomento e li ha esaminati nel dettaglio.2 Gli autori concludono che la vitamina D assunta mediante integratori alimentari può effettivamente dare dei benefici nelle persone con SM in termini di salute mentale.2

In particolare, diversi studi hanno evidenziato che la carenza della vitamina è associata a depressione, mentre integrare la vitamina D nella dieta ha permesso di migliorare i sintomi depressivi in pazienti con sclerosi multipla.2

Anche la qualità della vita legata alla salute mentale sembra migliorare dopo 3 mesi di assunzione di vitamina D. Un altro aspetto che sembra migliorare è quello della fatigue, uno dei sintomi più debilitanti della sclerosi multipla.2

In conclusione, gli studi indicano che raggiungere livelli raccomandati di vitamina D nelle persone con sclerosi multipla può avere effetti benefici su:2

  • Qualità di vita 
  • Rischio di depressione
  • Sintomi depressivi
  • Fatigue

Occorre però considerare che livelli di vitamina D troppo elevati possono avere effetti negati sulla salute, come calcificazioni vascolari, riduzione eccessiva di calcio nel sangue, e altri.1,2 Per questo è consigliabile raggiungere livelli di vitamina D ottimali, mediante un dosaggio adeguato su consiglio del medico e solo nelle persone con comprovata carenza vitaminica, al fine di ripristinare i livelli corretti.1,2

I livelli ottimali di vitamina D

Secondo la NOTA 96 emanata nel 2019 da AIFA la prescrizione a carico del SSN dei farmaci con indicazione “prevenzione e trattamento della carenza di vitamina D” nell’adulto (>18 anni) è indicata per diverse condizioni cliniche, e in caso livelli sierici di 25-OH-D < 20 ng/mL e sintomi attribuibili a ipovitaminosi (astenia, mialgie, dolori diffusi o localizzati, frequenti cadute immotivate).3

  • Il valore di 25-OH-D pari a 20 ng/ml (50 nmol/l) è ritenuto il limite oltre il quale viene garantito un adeguato assorbimento intestinale di calcio e il controllo dei livelli di paratormone nella quasi totalità della popolazione; per tale motivo esso rappresenta il livello sotto il quale iniziare una supplementazione.3
  • L’intervallo dei valori compresi tra 20 e 40 ng/mL viene considerato come “desirable range” in base a motivazioni di efficacia, garantita oltre i 20 ng/mL, e sicurezza, non essendovi rischi aggiuntivi al di sotto dei 40 ng/ml.3
Bibliografia di riferimento
  1. Boltjes R, et al. Vitamin D supplementation in multiple sclerosis: an expert opinion based on the review of current evidence. EXPERT REVIEW OF NEUROTHERAPEUTICS 2021, VOL. 21, NO. 6, 715–725 https://doi.org/10.1080/14737175.2021.1935878

  2. Głabska D, et al. Vitamin D Supplementation and Mental Health in Multiple Sclerosis Patients: A Systematic Review. Systematic Review. Nutrients 2021, 13, 4207. https://doi.org/10.3390/nu13124207

  3. AIFA Nota 96 https://www.aifa.gov.it/nota-96