Young couple jogging

Sclerosi multipla - Patient focus

3 MIN

Attività fisica nella sclerosi multipla, perché è così importante?

Le prove dei benefici dell’esercizio fisico nelle persone con sclerosi multipla risalgono ai primi casi descritti di questa malattia nella prima metà del 1800. Dal 1986 sono stati condotti i primi studi con criteri scientifici sull’argomento e, da allora, la ricerca non si è mai fermata.

Negli ultimi 30 anni sono state accumulate solide conferme sui vantaggi dell’esercizio fisico per le persone con sclerosi multipla. Fare attività fisica, secondo le indicazioni mediche, in generale permette di migliorare i sintomi della SM.1
L’esercizio fisico migliora non solo la performance fisica, ma anche la performance mentale e il benessere generale.1

L’esercizio fisico si è dimostrato un’attività sicura nel tempo e deve essere considerata parte integrante della gestione della malattia.1

Effetti sul sistema nervoso

Gli effetti neuroprotettivi dell’attività fisica sono ben noti nella popolazione generale, ma sono ancora più evidenti nelle persone affette da malattie del sistema nervoso.1
L’esercizio fisico aiuta, infatti, a mantenere sano il nostro cervello nella sua globalità:1

  • Riduce la morte neuronale
  • Stimola la neuroplasticità, ovvero la capacità naturale del cervello di rinnovarsi 
  • Stimola il funzionamento neuronale

I benefici sul cervello sono stati evidenziati sull’uomo anche in studi di imaging ed è stato inoltre osservato un miglioramento dei marcatori associati alla salute neuronale.1

Quali attività?

Una recente indagine ha raccolto i risultati delle principali ricerche sull’argomento per far emergere quali tipi di attività fisica sono correlate ad un miglioramento nella qualità della vita delle persone con sclerosi multipla. 2 
I risultati hanno mostrato un beneficio importante delle seguenti attività: 2

  • Training sensomotorio: si tratta di esercizi sia di forza, che aerobici che allenano l’equilibrio e la coordinazione. Si è visto che questo tipo di allenamento è in grado di ridurre il rischio di caduta. Purtroppo, cadere è associato a una perdita di qualità della vita da un punto di vista sia fisico (immobilità causata da eventuali fratture) che mentale (per la paura di cadere o per la perdita di autonomia), è quindi molto importante ridurre il rischio di cadute migliorando il controllo dell’equilibrio e la forza muscolare. L’allenamento sensorimotorio si è dimostrato particolarmente efficace per le persone con sclerosi multipla lieve.2
  • Esercizio aerobico, migliora la capacità aerobica, l’indipendenza e la resistenza all’affaticamento (fatigue). Questo tipo di attività fisica si è dimostrata più efficace (rispetto all’allenamento sensomotorio) nelle persone con sclerosi multipla più grave in cui la capacità aerobica e la resistenza alla fatica sono molto importanti per avere una buona qualità di vita.
  • Esercizi mente-corpo, queste attività includono pilates e yoga. Queste pratiche migliorano la forza muscolare, la flessibilità e l’equilibrio, facendo una particolare attenzione alla postura e alla respirazione. Inoltre, si osserva un miglioramento della salute mentale grazie allo sviluppo di una maggiore consapevolezza del proprio corpo e della propria mente. Per questo motivo sono state associate ad un senso di benessere generale. 
References
  1. Learmonth YC and Motl RW. Exercise Training for Multiple Sclerosis: A Narrative Review of History, Benefits, Safety, Guidelines, and Promotion. Int. J. Environ. Res. Public Health 2021, 18, 13245

  2. Reina-Gutierrez S, et al. The type of exercise most beneficial for quality of life in people with multiple sclerosis: A network meta-analysis. Ann Phys Rehabil Med 2021 Nov 22;65(3):101578